il Centro Studi

Il Centro Studi “Monti Dauni” … 3.0

Nella nuova progettualità triennale, così come previsto dalla Legge 107/2015, il Centro Studi “Monti Dauni” vuole diventare il capofila di una Rete che intende tenere insieme tutte le istituzioni presenti sul territorio, Provincia di Foggia, Università di Foggia, Camera di Commercio, Associazioni Industriali, Artigianali e Agricole, la Diocesi Lucera – Troia, i Comuni di Carlantino, Celenza V.re, Motta M.no, San Marco la Catola, Volturara e Volturino, le Associazioni Culturali. Questa rete intende mettere al centro la Scuola che, come unica agenzia formativa, deve essere protagonista non solo nella crescita cultura dei propri alunni, ma insieme ad essi cercare di creare opportunità di sviluppo attraverso la formazione di una nuova coscienza delle potenzialità del proprio territorio.

  • Il primo tassello di questa RETE è stato suggellato con la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Foggia e l’Istituto Comprensivo Monti Dauni;
  • Il secondo tassello è il coinvolgimento, per la prima volta, del Comune di Volturara che sarà anche teatro della manifestazione finale;
  • Il terzo tassello è l’apertura verso le scuole e la Città di Lucera che è da sempre il punto di riferimento dei Monti Dauni.

Il piano di lavoro della prima annualità, (anno scolastico 2016/2017), d’intesa con i docenti dell’Università degli Studi di Foggia, prevede due itinerari di ricerca e didattici uno per la Scuola Secondaria ed uno per la Scuola Primaria :

CLASSI SCUOLA SECONDARIA DI 1°GR.

       “TRACCE DI STORIA NEI MONTI DAUNI”

Conoscere e valorizzare il patrimonio archeologico e storico-artistico.

 

Titolo Tipologia di attività Comuni interessati
Le tracce della storia dei Monti Dauni attraverso l’osservazione del paesaggio attuale e l’individuazione dei segni (materiali e immateriali) ancora presenti nel territorio. Lezione frontale proposta con modalità interattiva su come si legge un paesaggio storico: metodi e strumenti.

Laboratori finalizzati alla lettura di:

fotografie aeree

mappe catastali –

cartografia storica

Ricognizioni sul territorio con eventuale raccolta di materiale archeologico/Escursioni di carattere archeologico-naturalistico-ambientale (passeggiata lungo il tratturo Lucera-Castel di Sangro nel tratto che attraversa i Comuni interessati; escursione al bosco di San Cristoforo)

Laboratori di condivisione e confronto dei dati raccolti

Tutti
Conoscere, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio archeologico e storico artistico Lezione frontale proposta con modalità interattiva sulle tematiche della valorizzazione e fruizione dei BB.CC.

Laboratorio da organizzare (previa acquisizione delle autorizzazioni necessarie) presso i musei del territorio.

Tutti
CLASSI QUINTE SCUOLA PRIMARIA

 

“LE CHIESE RACCONTANO”

Identità culturale e tradizioni sui Monti Dauni.

 

Titolo Tipologia di attività Comuni interessati

 

Le chiese raccontano Lezione frontale proposta con modalità interattiva sulle chiese medievali (le parti di cui si componevano, come e da chi venivano costruite, con che tempi, chi le finanziava, ecc.) con esempi di chiese di Capitanata.

Laboratorio sulla Cattedrale di Volturara

Laboratorio sul Santuario di Serritella

Laboratorio sulla devozione popolare e i culti sui Monti Dauni dal Medioevo ad oggi

Celenza Valfortore

S. Marco la Catola

Carlantino

Volturino

Motta Montecorvino

Tutta l’attività svolta dai ragazzi è stata filmata da un operatore professionista che insieme con le insegnanti ha poi elaborato dei cortometraggi.

I lavori realizzati saranno inseriti nel nuovo portale dedicato esclusivamente al Centro Studi all’indirizzo http://www.centrostudimontidauni.org dal quale sarà possibile navigare nella mappa interattiva che collega tutti i siti oggetto di studio, raggiungibile anche attraverso la lettura di un QR CODE che troverete sulla mappa e che nei prossimi mesi potrete trovare sui cartelli che installeremo in tutti i paesi del nostro Istituto.

Il Direttore del Centro Studi

                                    Prof. Tommaso Albano