Presentazione

La Scuola che verrà …

E’ questo il tempo in cui prende il via l’attuazione della Buona Scuola, riforma che promette di innovare profondamente il sistema scolastico nazionale.

L’intero piano di riforma si basa sulla piena attuazione dell’Autonomia scolastica, istituita già da precedenti provvedimenti legislativi.

A tal fine variamo il Patto per la Scuola come protocollo di Intesa tra l’I.S.C. ”Monti Dauni” e i Comuni appartenenti all’Istituto Comprensivo portatori di una valenza autonoma aggregante e di promozione civile nel paese, oltre che soggetti responsabili di progettualità didattica e formativa.

Il Patto per la Scuola è un efficace e collaudato strumento di programmazione e coordinamento del sistema d’istruzione, esito di una concertazione fra diverse istituzioni, nel reciproco rispetto di ruoli e competenze, con la finalità di sostenere la qualità delle Autonomie, potenziare l’offerta formativa e di assicurarne la continuità socio – culturale con il Territorio.

Il documento evidenzia il ruolo del Comune con un sistema d’interventi integrativi volti ad assicurare l’universalità dell’accesso e la diffusione egualitaria di pari opportunità d’istruzione per tutti i bambini ed i ragazzi, su tutto il territorio.

Tra gli obiettivi culturali che l’Istituzione Scolastica e l’Amministrazione Comunale hanno individuato come prioritari per la qualificazione del Piano triennale dell’ offerta formativa “PTOF” quelli che si rivolgono alla valorizzazione del territorio attraverso i suoi beni culturali e le sue tradizioni.

Il Patto per la Scuola non può per sua natura dare conto integralmente della complessa realtà delle scuole del nostro Territorio, ma imprime sicuramente ad essa la fisionomia di una comunità educante, che accompagna ciascuno lungo il cammino della crescita e si fa carico di tutti, dove istruzione e socialità hanno la stessa grammatica, dove non si distribuiscono nozioni ma si costruiscono insieme percorsi di apprendimento, attraversando il proprio Paese/Città e i Paesi/Città del mondo.

Se è vero che oggi questo nostro territorio ricco di storia e umanità generosa esprime questa comunità scolastica, sarà questa che in un futuro non troppo lontano disegnerà un

Territorio “Monti Dauni” fiero della propria identità, aperto, forte e plurale.

Presidente del Centro Studi Dirigente Scolastico

Professoressa Rosa Manella